STAMPA

 -

Scopri le novità di Uno Communications. Puoi seguirci anche su Twitter e su Facebook.

12/06/2012 - LA BANDA LARGA ARRIVA ANCHE PER GLI OLTRE 72.000 ABITANTI DELLA ZONE RURALI LIGURI CHE, SINO A OGGI, ERANO RIMASTI TAGLIATI FUORI DALLA POSSIBILITÀ DI ACCEDERE A INTERNET AD ALTA VELOCITÀ

Uno Communications, uno dei più dinamici operatori telefonici e Internet Service Provider nazionali, annuncia di essersi aggiudicato la gara europea per la fornitura chiavi in mano delle infrastrutture di dorsale necessarie al collegamento in banda larga delle sedi dei comuni e delle frazioni delle provincie di Genova, La Spezia, Savona e Imperia che, sino a oggi, non erano mai state raggiunte da questo importante servizio.

Mentre per i principali centri urbani della costa e del primo entroterra la connettività Internet ad alta velocità è da tempo una realtà, per molti piccoli comuni e per le loro frazioni più remote, la banda larga è stata sino a oggi un miraggio che, con l’aggiudicazione di questo importante bando europeo e di quello precedente del 2009, Uno Communications trasformerà in realtà.

Per i 72.914 abitanti delle 293 frazioni coinvolte nel progetto, infatti, si apriranno a breve nuove prospettive, che aiuteranno queste piccole comunità a combattere il fenomeno dello spopolamento. Al contempo, l’arrivo della banda larga consentirà l’apertura di nuove attività nell’ambito dei servizi, offrirà la possibilità ai residenti di tele-lavorare e alle strutture ricettive del territorio, siano esse piccoli agriturismi o hotel, di fornire l’ormai indispensabile servizio di connettività Internet agli ospiti.

A tutto ciò si aggiungono poi importanti servizi di pubblica utilità come l’accesso ai servizi della P.A. (e-government), quello dell’assistenza sanitaria (e-health) e quello della formazione online (e-learning) attraverso cui, solo per fare un esempio, l’UTIU (Università Telematica Internazionale Uninettuno) consente di seguire corsi di laurea in ingegneria, economia e amministrazione delle imprese, discipline psicosociali e molto altro ancora.

Per le imprese, i piccoli artigiani e le aziende agricole di quei territori, infine, si apriranno le infinite possibilità offerte dal commercio elettronico (e-commerce), attraverso cui queste realtà avranno modo di valorizzare e vendere sui mercati nazionali e internazionali i loro prodotti.

"Essere chiamati a realizzare questa importante infrastruttura non può che riempirci d’orgoglio", ha dichiarato Carlo Capacci, Amministratore Delegato di Uno Communications, che ha poi concluso: " Siamo convinti che l’esperienza che abbiamo maturato sul campo e gli ingenti investimenti tecnologici che abbiamo scelto di fare in questi anni, ci consentiranno di realizzare tutto ciò in modo veloce e impeccabile."

“Dopo esserci aggiudicati il primo dei due bandi di gara europei relativi al digital divide, abbiamo dato il via a una serie di investimenti che ci hanno permesso di raggiungere ragguardevoli risultati sia a livello di notorietà di marchio, sia di penetrazione e gradimento sul mercato.”, ha dichiarato Riccardo Gilli, Responsabile Marketing e Vendite Retail di Uno Communications, che ha poi proseguito: “Questo nuovo progetto e altre iniziative che presto presenteremo ci spronano a proseguire sulla strada intrapresa e a sviluppare e ampliare ulteriormente quella che è la nostra offerta di servizi nell’ambito delle telecomunicazioni.”